Come in tutte le più grandi culture del mondo, anche in Thailandia esiste tutta una serie di racconti epici che intrecciano luoghi fantastici, dei e figure mitologiche. Il più rappresentativo di questi è il Ramakien, che trae le sue origini dal più famoso Ramayana Indiano, con il quale condivide la trama ma si differenzia totalmente per le ambientazioni e i caratteri dei personaggi principali. Purtroppo non sono arrivate a noi le versioni più antiche di questo poema, in quanto gran parte della cultura del popolo Thailandese scomparve durante la distruzione di Ayutthaya nel 1767. Ma grazie a Re Rama I, che nel 1797 riuscì a riportarlo alla luce, possiamo scoprire questo stupendo poema che si è posto alle basi della letteratura, della pittura, della danza, della scultura e dell'arte marziale tipiche della Thailandia. Possiamo trovarne testimonianze in quasi tutti i templi e luoghi storici del paese, che pur essendo Buddhista, ha mantenuto questa influenza Induista in ambito mitologico e culturale. La trama ci racconta delle avventure del principe di Ayutthaya Phra Ram e di sua moglie Nang Sida, la quale, durante il loro esilio per motivi politici, verrà rapita dal demone Thotsakan. A questo punto entra nella storia Hanuman, il potentissimo Re delle Scimmie e figlio del Dio Vento, che grazie alla sua eccezionale forza nel combattimento, aiuterà Phra Ram a sconfiggere Thotsakan e a liberare Nang Sida dalla sua prigionia. Ovviamente nel poema intervengono anche molti altri personaggi, dei, demoni e animali, che ritroviamo continuamente nei nomi delle tecniche più antiche e tradizionali del Muay Thai.

Copyright © 2016 All Rights Reserved - Muay Thai Roma - Codice Fiscale 97899490581